10 settembre 2011

BOLIVIA - Guida e Informazioni Utili


Informazioni

superficie
SUPERFICIE: 

1.098.580 km²



popolazione
POPOLAZIONE :

9.182.000 ab



capitali
CAPITALE :

SUCRE



Ordinamento stato
ORDINAMENTO DELLO STATO :

Repubblica Presidenziale 



Lingue
LINGUA : 

le lingue ufficiali sono lo spagnolo, l'aymará, il quechua. Si parla anche il guaraní.



moneta
MONETA : 

Boliviano (BOB)



valuta cambio
VALUTA : 

1 BOB = 0.104976 EUR ; 1 EUR = 9.52596 BOB

Controlla in tempo reale : EUR to BOB


fuso orario
FUSO ORARIO :

- 5h rispetto all'Italia; - 6h quando in Italia vige l'ora legale 

La Paz



climi temperature
CLIMA :
.

Il clima è molto vario: secco in inverno (maggio - ottobre), ed una stagione delle piogge in estate (novembre- aprile). Nelle zone amazzoniche, il caldo umido è costante tutto l'anno.

La media annuale della temperatura aumenta progressivamente con valori tra i -3 °C e i 12 °C, nella zona dell'altipiano tra i 20 °C e i 28°C con un caldo tropicale nelle terre basse. Nelle valli intermedie la temperatura è mite e varia fra i 15 °C e i 20 °C.

Nelle terre alte si registra una forte escursione termica tra il giorno e la notte mentre tra ottobre ed aprile sono frequenti le piogge che possono causare inondazioni, cui spesso fanno seguito periodi di siccità.




confini
CONFINI :

Confina con il Brasile a NE, con Il Perù a NO, con il Cile a SO, con Argentina e Paraguay a S



città
CITTA' :

La Paz, Sucre, Potosì, Oruro, Cochabamba, Santa Cruz de la Sierra



religione
RELIGIONE :

Cattolici 88,5%, protestanti 9%, altre religioni 2,5%



elettricità
ELETTRICITA':
220-230V/50Hz - prese di tipo A - C


documenti
DOCUMENTI PER L'INGRESSO (*) :

Passaporto: necessario e con validità di almeno 6 mesi al momento dell'ingresso

Visto di ingresso: non necessario per periodi di permanenza inferiori ai 3 mesi



vaccinazioni
VACCINAZIONI (*) :

obbligatorie: nessuna. Si segnala tuttavia a coloro che intendano spostarsi dalla Bolivia al Brasile, che occorre essere in possesso del certificato di vaccinazione contro la febbre gialla poiché richiesto dalle autorità brasiliane di frontiera per accedere in Brasile. A connazionali, privi di tale certificato, è accaduto di essere respinti alle frontiere o è stato impedito l'imbarco dalle compagnie.

Le strutture ospedaliere pubbliche sono, salvo rare eccezioni, carenti; le strutture ospedaliere private, invece, sono migliori almeno nelle principali città quali La Paz, Santa Cruz de la Sierra, Cochabamba e Sucre e si possono trovare i medicinali di più largo consumo senza grande difficoltà

Le malattie endemiche del Paese riscontate sono il chagas (tripanosomiasi americana), il "dengue", la malaria e la febbre gialla e sono concentrate soprattutto nella zona delle valli e in quella delle terre basse. Per le prime due malattie non esiste un vaccino; nel caso della malaria è possibile sottoporsi alla profilassi antimalarica, previo parere medico, prima di recarsi nelle zone endemiche; per la febbre gialla, il vaccino deve essere somministrato almeno 10 giorni prima dell'inizio del viaggio ed ha una validità di 10 anni. Un'altra malattia presente nelle zone tropicali ed amazzoniche è la lectospirosi, denominata lebbra bianca; sono stati riscontrati casi di colera.
Si raccomanda la vaccinazione contro la febbre gialla e la profilassi antimalarica per coloro che intendano recarsi nella zona amazzonica o in quelle tropicali ad est del Paese (Chapare).

Si consiglia di:
- non bere acqua corrente e di disinfettare sempre bene frutta e verdura poiché contaminati da batteri, virus e parassiti. Le infezioni possono causare diarrea, vomito, febbre o altri sintomi come nel caso dell'epatite;
- proteggersi con repellenti cutanei e zanzariere, e nel caso specifico del chagas, non pernottare in abitazioni fatiscenti con crepe nei muri e con soffitti e tetti di paglia (habitat ideale per il riprodursi del parassita vettore);
- in caso di escursione sulle montagne andine, salire di quota con cautela per permettere al corpo di abituarsi all'altitudine, che può causare insonnia, mal di testa, nausea;
- utilizzare creme solari ad alto fattore di protezione per evitare bruciature ed eritemi solari provocati dall'altitudine



UNESCO
PATRIMONIO UNESCO (siti protetti) :

- Città di Potosi (1987)
- Forte di Samaipata (1998)
- Città storica di Sucre (1991)
- Missione gesuita del Chiquitos (1990)
- Parco nazionale Noel Kempff Mercado (2000)
- Tiwanaku: centro spirituale e politico della cultura Tiwanaku (2000)

UNESCO : Sito ufficiale (in inglese)
Elenco Patrimoni dell'umanità su wikipedia


sicurezza
SICUREZZA (*):

Zone sicure : il Paese può essere considerato meta di viaggio abbastanza sicura.

Zone di cautela : la valle delle Yungas (da La Paz a Coroico), il circuito verso Rurrenabaque nonché l'adiacente regione della foresta vergine, meta di gran numero di turisti, ha visto l'incremento di furti ed aggressioni. Si consiglia, pertanto, di visitare questi luoghi possibilmente in gruppo.

Zone sconsigliate : la zona di frontiera con il Cile dove non vi sono strade pubbliche, i sentieri ed i valichi di confine ufficiali e dove vi è la presenza di mine. È opportuno evitare anche la regione del Chapare dove il programma di eliminazione delle piantagioni di coca provoca scontri tra le forze dell'ordine ed i coltivatori.

Avvertenze : Si consiglia:
- ai turisti che intendano noleggiare un'auto di prediligere mezzi fuoristrada in quanto solo una piccola parte della rete stradale è asfaltata;
- di girare con pochi soldi e con la fotocopia dei documenti d'identità, conservando gli originali in albergo poiché i turisti sono facile bersaglio di borseggi effettuati con destrezza. La maggior parte dei furti avvengono nelle stazioni di autobus da persone in borghese che si presentano con tesserino della polizia antidroga. È bene diffidare dei poliziotti in borghese perchè la polizia boliviana può agire solamente in divisa;
- di adottare particolare cautela se si intende visitare le località di Muela del Diablo e Palca vicino a La Paz in quanto si sono verificati assalti a mano armata; in caso di aggressione non opporre resistenza.



patente
PATENTE:

Internazionale, modello Convenzione di Ginevra 1949



trasporti
TRASPORTI:



LAB Lloyd Aereo Boliviano 

Lloyd Aéreo Boliviano



AeroSur 

AeroSur




aeroporti
AEROPORTI:

La Paz/ J.F. Kennedy Intl. - Cochabamba/Jorge Wilstermann - Puerto Suarez/Salvador Ogaya - Santa Cruz/ El Trompillo - Tarija/Capitan Oriel Lea Plaza - Viru Viru Intl.



dogana
FORMALITA' VALUTARIE E DOGANALI(*) :

Nessuna



ambasciata
AMBASCIATE E CONSOLATI :

AMBASCIATA - LA PAZ, BOLIVIA
Indirizzo: Calle 5 Jordan Cuellar 458, Obrajes - La Paz
Tel. : 0059122788506
Tel. : 0059122788507
Fax: 0059122788178
Homepage
E-mail: segreteria.lapaz@esteri.it

(Tel / Fax Unita' Tecnica Locale: +591 2 2788001)

 

CONSOLATO ONORARIO - COCHABAMBA, BOLIVIA
Indirizzo: Av. Gualberto Villarroel n. 1132
Tel. : 0059144486311
Fax: 4486311

 

CONSOLATO ONORARIO - SANTA CRUZ (Santa Cruz de la Sierra), BOLIVIA
Indirizzo: Av. El Trompillo, esquina Chaco - Edif. Honnen, primero piso
Tel. : 0059133531796
Fax: 3531796
E-mail: dantepu@hotmail.com

 

CONSOLATO ONORARIO - SUCRE, BOLIVIA
Indirizzo: Calle Camargo 237
Tel. : 0059146451514
Fax: 6451514
E-mail: silvanacivardi@hotmail.com
 



siti utili
SITI UTILI :
(*) Si consiglia per una maggior sicurezza, prima di organizzare il viaggio, di consultare sempre le informazioni aggiornate e più dettagliate sul sito: http://www.viaggiaresicuri.it/?bolivia

http://it.wikipedia.org/wiki/Bolivia

http://wikitravel.org/it/Bolivia

 

OSTELLI :  Bolivia Federazione Ostelli



GUIDE E LIBRI

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento