26 ottobre 2011

CINA - Guida e Informazioni Utili



Visualizzazione ingrandita della mappa

Cina


Informazioni


bandiera cina


superficie
SUPERFICIE: 

9.572.900 km²



popolazione
POPOLAZIONE :

1.315.844.000 ab



capitali
CAPITALE :

PECHINO (Beijing)



Ordinamento stato
ORDINAMENTO DELLO STATO :

Repubblica popolare



Lingue
LINGUA : 

Quella ufficiale è il cinese mandarino. Nell'area di Canton si parla il cantonese o Yue. Diffusi nelle varie province i dialetti locali. La conoscenza dell'inglese, seppure in crescita, e' limitata ad alcune zone dei grandi centri urbani. 



moneta
MONETA : 

Yuan renminbi (CNY)



valuta cambio
VALUTA : 

1 CNY = 0.108300 EUR ; 1 EUR = 9.23362 CNY

Controlla in tempo reale : EUR to CNY


fuso orario
FUSO ORARIO :

+ 7 ore rispetto all'Italia ;+ 6 ore quando in Italia vige l'ora legale


Beijing


climi temperature
CLIMA :
.

Nel periodo estivo la maggiore piovosità può dare origine a gravi inondazioni nelle regioni rurali dei bacini fluviali, in particolare lungo lo Yangtse (nella Cina centro-meridionale) e il Fiume Giallo (nella Cina settentrionale) che possono raggiungere un elevato grado di pericolosità. Durante la stagione dei monsoni (giugno-settembre) tifoni anche di notevole intensità possono abbattersi sulle coste della Cina sud-orientale (regioni del Fuijan e Zhejiang). In considerazione della repentina variabilità delle condizioni atmosferiche, soprattutto nei mesi di agosto e settembre, si consiglia di informarsi preventivamente sulla situazione meteorologica delle zone che intendano visitare, consultando siti Internet specializzati

La vastità del Paese fa registrare differenti zone climatiche:
- Cina del Nord a clima continentale, caldo umido d'estate, inverni freddi e secchi, stagioni intermedie brevi;
- Cina Centrale a clima sub-tropicale, con inverni molto miti ed estati molto piovose;
- Cina Meridionale a clima tropicale-monsonico, venti freddi in autunno-inverno, venti caldi in primavera-estate.



confini
CONFINI :

Confina a N con la Russia e la Mongolia, ad E con la Corea del Nord, a S con il Vietnam, la Birmania, il Laos, il Bhutan e il Nepal, ad O con l'India, il Pakistan, il Kazakistan, il Tagikistan, l'Afghanistan e il Kirghizistan.
A E si affaccia sul Mar Giallo, e sul Mar Cinese Orientale e a sudest sul Mar Cinese Meridionale.



città
CITTA' :

Pechino, Shanghai, Anshan, Baotou, Changchun, Changsha, Chengdu, Chongqing, Dalian, Fuzhou, Canton, Guiyang, Hangzhou, Harbin, Hohhot, Hong Kong, Jilin, Jinan, Kunming, Lanzhou, Lhasa, Luoyang, Macao, Nanchang, Nanchino, Nanning, Qingdao, Shenyang,Shijiazhuang, Suzhou, Taiyuan, Tangshan, Tientsin, Tianchang, Wuhan, Xi'an, Xining, Yinchuan, Zhengzhou.



religione
RELIGIONE :

atei 63,9%, religioni popolari cinesi 20,2%, buddisti 8,5%, cristiani 6%, musulmani 1,4%



elettricità
ELETTRICITA':
220V/50Hz - prese di tipo A - C - I


documenti
DOCUMENTI PER L'INGRESSO (*) :

Passaporto: necessario e con validità residua di almeno sei mesi.

Visto d'ingresso: le richieste di visto vanno indirizzate, anche attraverso agenzie turistiche, alle Rappresentanze diplomatico-consolari cinesi in Italia (per maggiori informazioni su modalità e documentazione richiesta). Non e' previsto il rilascio di visti ai posti di frontiera, per cui coloro che all'arrivo in territorio cinese ne risultano sprovvisti vengono respinti o obbligati al pagamento di multe elevate. In caso di transito con destinazione un Paese terzo (da documentare con biglietto aereo ed eventuale visto per il Paese di destinazione), si e' esentati dal visto solo se la sosta su territorio cinese e' inferiore alle 24 ore e non ci si allontana dalla zona aeroportuale di transito. Se si intende visitare Hong Kong o Macao nell'ambito di un viaggio nella Cina continentale, e' necessario richiedere un visto ad ingressi multipli. In mancanza, sarà indispensabile ottenere nelle due Special Administrative Regions un nuovo visto di ingresso per la Cina continentale, che richiedera' giorni di attesa.

Durante il soggiorno in Cina, si consiglia di custodire con attenzione il passaporto che andrà sempre tenuto a portata di mano per eventuali controlli di identità. E' bene inoltre portare copia delle sue pagine rilevanti e del visto cinese.


vaccinazioni
VACCINAZIONI (*) :

obbligatorie: nessuna. Contro la febbre gialla se si proviene da zone infette

si consigliano, previo parere medico, le vaccinazioni contro il tetano e la poliomielite. Si consigliano altresì le seguenti vaccinazioni (in funzione delle condizioni di salute dei viaggiatori e dietro parere medico): difterite, febbre tifoide, epatite A e B, Meninococco. Per le aree dello Yunnan e l'isola di Hainan, come per le province del Guangxi e del Guizhou, il vaccino contro l'encefalite giapponese è consigliato in caso di soggiorni in zone rurali. Per tale vaccinazione è sempre bene consultare prima della partenza il proprio medico per valutarne l'opportunità, considerato il reale rischio di shock anafilattico e i possibili effetti collaterali. Se si proviene da Paesi con presenza endemica di febbre gialla occorre dimostrare di aver effettuato il relativo vaccino.

Non esistono malattie endemiche particolari, tuttavia la tubercolosi e l'epatite A e B sono molto diffuse.

La qualità del servizio sanitario in Cina non è elevata. Solo nelle metropoli è possibile trovare personale medico e sanitario competente, ma con limitata conoscenza dell'inglese o di altre lingue veicolari. I costi di degenza ospedaliera per i cittadini stranieri sono elevati (fino a 500,00 euro al giorno nella capitale); molto onerosi sono anche i servizi forniti da alcune cliniche gestite da associazioni straniere, presenti solo nelle grandi città. Se si viaggia nello Yunnan o nell'isola di Hainan, è bene proteggersi dalle punture di zanzare per evitare il pur minimo rischio di contrarre la malaria.  Lo Yunnan, il Guangdong, lo Henan ed altre province del centro e del sud sembrano le più interessate alla diffusione della malattia. Si verificano ogni anno in media 1000 casi di rabbia sull'uomo. Nel 2006 i principali focolai sono stati nello Shandong e nello Yunnan. E' bene dunque evitare il contatto con animali randagi.

il rischio per influenza Aviaria è al momento considerato basso , si consiglia a titolo cautelativo di consumare carne e uova di volatili solo se ben cotte e di evitare ogni forma di contatto diretto con volatili e pollame ; evitare di bere l'acqua di rubinetto in quanto molto spesso non potabile;
non assumere cibi preparati per strada, che, anche se cotti  non offrono sufficienti garanzie igieniche;
lavare sempre verdura e frutta;
munirsi dei farmaci di prima necessità (antibiotici, antipiretici) e munirsi, in quantitativo sufficiente per la durata del viaggio, dei farmaci di cui se ne fa un uso abituale.


UNESCO
PATRIMONIO UNESCO (siti protetti) :

-La Grande muraglia cinese (1987)
-Monte Taishan, provincia dello Shandong (1987)
-Palazzi Imperiali delle dinastie Ming e Qing a Pechino (Città proibita) e Shenyang (Palazzo Mukden) (1987 - 2004)
-Grotte di Mogao, a Dunhuang, provincia del Gansu (1987)
-Mausoleo del primo Imperatore Qin a Xi'an, provincia di Shaanxi (1987)
-Sito dell'uomo di Pechino a Zhoukoudian, Municipalità di Pechino (1987)
-Monti Huangshan, provincia di Anhui (1990)
-Valle del Jiuzhaigou, area di interesse scenico e storico, provincia dello Sichuan (1992)
-Huanglong, area di interesse scenico e storico, provincia dello Sichuan (1992)
-Wulingyuan, area di interesse scenico e storico, provincia dello Hunan (1992)
-Località montana e templi circostanti, Chengde, provincia di Hebei (1994)
-Tempio e cimitero di Confucio e maniero della famiglia Kong a Qufu, provincia dello Shandong (1994)
-Antico complesso di edifici nelle Monti Wudang, provincia di Hubei (1994)
-Insieme storico del Palazzo del Potala, Lhasa, Tibet (1994 - 2000 - 2001)
-Parco nazionale Lushan, provincia dello Jiangxi (1996)
-Area scenica del Monte Emei, compreso il Buddha gigante di Leshan, provincia dello Sichuan (1996)
-Città vecchia di Lijiang, provincia di Yunnan (1997)
-Antica città di Ping Yao, provincia di Shanxi (1997)
-Giardini classici di Suzhou, provincia di Jiangsu (1997 - 2000)
-Palazzo d'Estate e giardino imperiale di Pechino (1998)
-Il Tempio del paradiso: un altare sacrificale imperiale a Pechino (1998)
-Monte Wuyi, provincia di Fujian (1999)
-Incisioni rupestri di Dazu, provincia di Sichuan (1999)
-Monte Qincheng e il sistema di irrigazione del Dujiangyan, provincia di Sichuan (2000)
-Antichi villaggi nell'Anhui meridionale - Xidi e Hongcun (2000)
-Grotte di Longmen, vicino Luoyang, provincia di Henan (2000)
-Tombe imperiali delle dinastie Ming e Qing (2000 - 2003 - 2004)
-Grotte di Yungang a Datong, provincia di Shanxi (2001)
-Area protetta dei tre fiumi paralleli dello Yunnan (2003)
-Città capitali e tombe dell'antico regno Goguryeo (2004)
-Il centro storico di Macao (2005)
-Santuari del panda gigante nella provincia di Sichuan (2006)
-Sito archeologico di Yin Xu, nella provincia di Henan (2006)
-Diaolou e i villaggi del Kaiping (2007)
-Paesaggio carsico della Cina meridionale (2007)
-Tulou di Fujian (2008)
-Parco nazionale del monte Sanqingshan (2008)
UNESCO : Sito ufficiale (in inglese)
Elenco Patrimoni dell'umanità su wikipedia


sicurezza
SICUREZZA (*):

Il Paese è sostanzialmente stabile e sicuro. Si sono verificate recentemente delle situazioni che sono state presentate come atti terroristici dalle Autorità cinesi. La criminalità è comunque in aumento e tocca anche gli stranieri, i quali sono soprattutto vittime di scippi e furti di passaporto.

Si consiglia al riguardo di:
- tenere sempre a portata di mano il passaporto, biglietto aereo ed una somma di denaro;
- mantenere una buona dose di prudenza allorché ci si trova nelle zone ad alta frequentazione turistica o particolarmente affollate (mercatini, zone di locali notturni, ecc);
- evitare, in caso di aggressione, qualunque resistenza o reazione.

È opportuno inoltre:
- mantenere un atteggiamento di cautela nelle ore notturne soprattutto nelle zone di locali di divertimento (a Pechino, il quartiere San Li Tun) dove si sono verificati casi di aggressioni e pestaggi a danno di connazionali
- assicurarsi, nell'effettuare acquisti in mercatini popolari che la merce sia di propria soddisfazione (il rimborso non è assicurato);
- contrattare in anticipo la tariffa di qualsiasi servizio turistico.

In Cina esistono numerose zone sismiche: lo Heilongjiang, il Lijiang (nel bacino dello Yangtze), la provincia dello Hebei e la regione di Pechino.

Zone a rischio:
Ci sono ancora luoghi della Cina interdetti ai turisti stranieri. Transitare in queste aree espone al rischio di essere fermati dalle locali Autorità di polizia, multati e poi espulsi (o talvolta arrestati). È importante accertarsi presso il proprio agente di viaggio o presso il China International Travel Service (Sig. Cui Ning, tel. 00 86 10 66053759; fax: 00 86 10 66012018) che le località che si intendono visitare non  rientrino tra quelle consentite.

In considerazione della situazione politica regionale, si sconsiglia di attraversare i confini sino-afgano e sino-pakistano. Poco sorvegliate, e quindi pericolose, le zone di confine con il Pakistan e l'Afghanistan, doverosa quindi la massima cautela.
Da evitare anche le zone di confine con il Kazakistan, il Kirghizistan e il Tadjikistan.

Zone di cautela:
Tibet. Il visto d'ingresso in Cina non consente di visitare il Tibet. Per farlo, occorre un permesso speciale che viene rilasciato con criteri restrittivi ad agenzie autorizzate soltanto per visite di gruppo. Gli stranieri possono soggiornare solo in alcuni hotel.

È bene evitare, inoltre, temi politici nel contatto con la popolazione locale: il turista straniero che partecipa a manifestazioni per l'indipendenza del Tibet o semplicemente le filma rischia l'espulsione.

Xinjiang . È attivo un movimento indipendentista. La situazione appare comunque sotto il fermo controllo delle Autorità cinesi. In alcuni casì è stato negato l'accesso a gruppi turistici in specifiche zone ed è prudente non avventurarsi da soli in zone rurali della regione.

Linea Transiberiana. L'attività di contrabbando presente nelle regioni di frontiera, nonché i furti e le aggressioni verificatisi sui convogli di questa linea ferroviaria a danno dei passeggeri consigliano di adottare la massima prudenza da parte dei viaggiatori.

Yunnan. Nonostante la maggior parte della Provincia sia aperta al turismo e meriti una visita per le sue attrattive, il crescente contrabbando di droga presente nelle aree di frontiera con Birmania, Laos e Vietnam può rendere pericolose le zone meno frequentate.

ZONE SICURE: possono essere considerate sicure le principali metropoli (tenendo presente in recente aumento della microcriminalità comune) e, in genere, tutte le località per le quali il China International Travel Service offre visite ed escursioni, anche tramite le corrispondenti agenzie all'estero.



patente
PATENTE:

Non sono riconosciute né le patenti nazionali straniere, salvo quelle rilasciate a Hong Kong e Macao, né quelle internazionali.  È possibile tuttavia farsi rilasciare una patente temporanea con la seguente procedura:
La domanda della patente temporanea deve essere presentata all'ufficio regionale (al punto d'ingresso in Cina) della direzione della Sicurezza dei Veicoli (Vehicle Security Management Office) con la seguente documentazione:

 - patente nazionale o patente internazionale
 - lettera d'invito 
 - 2 foto formato tessera 
 - modulo debitamente compilato (in lingua cinese).

Al candidato della patente temporanea verrà impartita una lezione di guida di 2 ore.



trasporti
TRASPORTI:


air china 

Air China


china eastern airlines 

China Eastern Airlines


china southern airlines 

China Southern Airlines


china airlines

 China Airlines


cathay pacific 

Cathay Pacific (Hong Kong)



METROPOLITANA: Hong Kong - MTR



aeroporti
AEROPORTI:

Hong Kong -  Macao  -  Shanghai  -  Nanjing (solo in lingua locale)  -  Beijing  - Xiamen  -  Shenzhen  -  Cina Civil Airports Association -  Changsha Huanghua Intl. -  Chengdu Shuangliu Intl  -  Chongqing Jiangbei Intl.  -  Dalian Zhoushuizi Intl.  - Fuzhou Changle Intl.   -   Guangzhou Baiyun Intl.  -   Guilin Liangjiang Intl.  -  Haikou Meilan Intl.  -  Hangzhou Xiaoshan Intl.  -  Harbin Taiping   -  Hafei Luogang Intl.  - Hohhot Baita Intl.  -  Jinan Intl.  -  Lhasa Gonggar/Tibet  -  Zhuhai



dogana
FORMALITA' VALUTARIE E DOGANALI(*) :

Non esistono particolari limitazioni all'importazione di valuta straniera. Se comunque la somma supera i 5.000 US$, e' bene dichiararla all'ingresso  compilando il formulario doganale in duplice copia, per poter poi dimostrare - all'uscita dal Paese - il  precedente possesso della somma eventualmente restante, in caso di controllo doganale.
Lo Yuan/RMB non e' ancora liberamente convertibile.
Vanno dichiarate le apparecchiature elettroniche di esclusivo uso personale.



ambasciata
AMBASCIATE E CONSOLATI :

AMBASCIATA D'ITALIA A PECHINO (CANCELLERIA CONSOLARE)
San Li Tun, 2 Dong Er Jie - 100600 Pechino
telefono: +86-10-8532 7600
fax: +86-10-6532 4676
E-mail: ambasciata.pechino@esteri.it
Homepage
Recapito telefonico di emergenza: +86-139 0103 2957
Orari di apertura al pubblico: dal lunedi' al venerdi' dalle ore 09:00 alle ore 12:00



siti utili
SITI UTILI :
(*) Si consiglia per una maggior sicurezza, prima di organizzare il viaggio, di consultare sempre le informazioni aggiornate e più dettagliate sul sito: http://www.viaggiaresicuri.it/?cina
http://it.wikipedia.org/wiki/Cina
http://wikitravel.org/it/Cina

OSTELLI : Hong Kong Federazione Ostelli


Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento