20 settembre 2010

Vaccinazioni Necessarie per America Centrale e Caraibi

obbligatorie: nessuna. Contro la febbre gialla se si proviene da zone infette. In generale il livello qualitativo delle strutture sanitarie è buono.
Esiste un ospedale pubblico ed una clinica privata. L'assicurazione può essere stipulata anche direttamente presso le Agenzie di Viaggio all'atto dell'acquisto del biglietto aereo.Si consiglia per una maggior sicurezza, prima di organizzare il viaggio, di consultare sempre le informazioni aggiornate e più dettagliate sul sito: http://www.viaggiaresicuri.it/?antigua_e_barbuda
obbligatorie: nessuna. Contro la febbre gialla se si proviene da zone infette. La situazione sanitaria è discreta. Si consiglia per una maggior sicurezza, prima di organizzare il viaggio, di consultare sempre le informazioni aggiornate e più dettagliate sul sito: http://www.viaggiaresicuri.it/index.php?bahamas
obbligatorie: nessuna. Contro la febbre gialla se si proviene da zone infette. Le strutture ospedaliere sia pubbliche che private sono di buon livello.
Sono presenti 2 ospedali:
QUEEN ELIZABETH HOSPITAL ed il BAYVIEN HOSPITAL (privato)
È presente il virus del DENGUE diffuso da una zanzara (Aedes Aegypti) che prolifera nelle zone umide e nelle acque stagnanti e può diffondersi con celerità soprattutto durante la stagione delle piogge. È pertanto vivamente raccomandato l'uso di idonei repellenti antizanzare oltre che di adeguati protettori solari adatti all'irradiazione dei tropici e di farmaci per disturbi intestinali. In caso di febbre è sempre opportuno sottoporsi a visita medica per evitare un uso improprio di farmaci a base di acido acetilsalicilico (aspirina e affini) che, favorendo la malattia, possono produrre conseguenze letali. Si registra un forte incremento nella diffusione del virus HIV che preoccupa anche per l'elevato flusso di turisti.
Avvertenze: Si consiglia :
- previo parere medico,la vaccinazione contro all'epatite A in quanto alle Barbados sono molto diffuse le dissenterie bacillari;
- di mangiare solo cibi cotti;
- di bere solo bevande sigillate o in lattina senza aggiungere il ghiaccio, non comprare cibi o bevande da ambulanti;
- di mangiare solo la frutta che si sbuccia che può essere mangiata cruda.
- di lavarsi con frequenza le mani.Si consiglia per una maggior sicurezza, prima di organizzare il viaggio, di consultare sempre le informazioni aggiornate e più dettagliate sul sito: http://www.viaggiaresicuri.it/?barbados
obbligatorie: nessuna. Contro la febbre gialla se si proviene da zone infette. La situazione sanitaria in generale è buona. Il costo dei medicinali è piuttosto elevato e le strutture mediche sono limitate. Il Dengue è endemico nell'area caraibica e dall'inizio dell'anno si è registrato un aumento dei casi accertati della malattia. Si consiglia pertanto di munirsi di adeguati repellenti quali prodotti anti-zanzare, usare un abbigliamento adeguato a coprire il corpo, fare uso di zanzariere ecc). Manifestazioni di malaria e colera sono sporadiche.Si consiglia per una maggior sicurezza, prima di organizzare il viaggio, di consultare sempre le informazioni aggiornate e più dettagliate sul sito: http://www.viaggiaresicuri.it/?belize
obbligatorie: nessuna. La situazione sanitaria in generale è discreta. Le prestazioni mediche ed ospedaliere sono abbastanza buone, ma molto onerose nei centri di cura privati, i soli ai quali gli stranieri possono accedere, previa presentazione della carta di credito quale garanzia per la copertura delle spese, tranne in caso di emergenza. La disponibilità di medicinali è discreta ma il loro costo è molto elevato. In questi ultimi anni un'epidemia di febbre "dengue" (ormai endemica nel Paese), soprattutto nel periodo delle piogge, ha colpito prima le zone costiere, l'altopiano e le principali città, a causa delle precarie condizioni sanitarie degli insediamenti più poveri, inclusa la capitale. Si segnala che la variante emorragica del "dengue", in realtà poco diffusa, potrebbe essere mortale. I casi di malaria sono in aumento e principalmente localizzati nelle zone costiere a sud-est del Paese.
Numerosi i casi di infezioni gastrointestinali, dovuti principalmente alla contaminazione dell'acqua o dei cibi (specie le verdure crude o le bevande acquistate per strada). Si consiglia di:
- consumare acqua solo imbottigliata;
- lavare le verdure crude con prodotti specifici.Si consiglia per una maggior sicurezza, prima di organizzare il viaggio, di consultare sempre le informazioni aggiornate e più dettagliate sul sito: http://www.viaggiaresicuri.it/?costarica
obbligatorie: nessuna. Le strutture sanitarie risultano spesso prive del materiale sanitario e di medicinali. Si consiglia, pertanto di munirsi di una scorta di medicinali di prima necessità e di quelli di pronto intervento soprattutto se si intende viaggiare fuori della capitale e delle principali località turistiche. Si ricorda che le spese ospedaliere e mediche, secondo la gravità dei casi, sono molto elevate, che devono essere pagate in dollari Usa e che l’Ambasciata, ai termini di legge, non può anticiparle né sostenerle per conto dei connazionali. Le amministrazioni degli ospedali richiedono la liquidazione puntuale in dollari Usa delle spese sostenute per dimettere il paziente; il mancato pagamento può determinare il diniego al rimpatrio da parte delle Autorità locali.Si consiglia, pertanto, di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un’assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese. La suddetta assicurazione può essere anche stipulata al momento dell’acquisto del biglietto aereo presso la propria agenzia di viaggio. (Le suddette polizze coprono di norma spese sanitarie fino a 3.500 dollari oltre alle spese di rientro, al biglietto aereo per un medico e la sua diaria).In ogni caso per il rimpatrio d’emergenza è bene tenere presente che i voli da Cuba verso l’ltalia sono effettuati dalla compagnia aerea cubana “Aviacion-Blue Panorama” che assicura voli diretti su Roma e Milano. Esistono inoltre voli effettuati da “Iberia” (via Madrid), “Air France” (via Parigi), “British Airways” (via Londra). Occorre segnalare che pur non esistendo malattie endemiche, negli ultimi tempi, si è registrata una grave recrudescenza di alcune patologie epidemiche, come il dengue e la congiuntivite emorragica. Si consiglia, pertanto, di seguire attentamente le norme igienico/sanitarie previste, proteggendosi ove possibile con repellenti ed abiti che coprano il corpo per non esporsi alle punture di insetti e zanzare. In considerazione delle caratteristiche climatiche dell'isola e del deteriorarsi del sistema idrico e fognario, si consiglia inoltre di: bere acqua imbottigliata senza l’aggiunta di ghiaccio; fare uso dell’acqua corrente solo se preventivamente bollita. Si consiglia per una maggior sicurezza, prima di organizzare il viaggio, di consultare sempre le informazioni aggiornate e più dettagliate sul sito: http://www.viaggiaresicuri.it/?cuba
obbligatorie: nessuna. Contro la febbre gialla se si proviene da zone infetteLe condizioni igieniche sono accettabili, le strutture sanitarie sono di qualità mediocre.
Dei quattro ospedali presenti nell'isola, il solo con strutture adeguate è il Princess Margaret Hospital. In nessun ospedale è presente una camera iperbarica. Avvertenze: Si consiglia di:
· non bere acqua che non sia stata prima bollita, filtrata o depurata; bere esclusivamente acqua da bottiglie sigillate senza aggiunta di ghiaccio.
· bere latte solo se pastorizzato e bollirlo prima del consumo.
· mangiare solo cibi ben cotti, soprattutto se si tratta di carne suina,
· preferire la frutta che può essere sbucciata e le verdure bollite
· evitare di mangiare cibo dai venditori sulle strade e affidarsi per i pasti a ristoranti sicuri.
· effettuare, previo parere medico, i seguenti vaccini: febbre gialla, tifo, epatite A. Per ulteriori informazioni rivolgersi al distretto sanitario più vicino a casa almeno tre settimane prima della partenza.Si consiglia per una maggior sicurezza, prima di organizzare il viaggio, di consultare sempre le informazioni aggiornate e più dettagliate sul sito: http://www.viaggiaresicuri.it/?dominica
obbligatorie: nessuna. Contro la febbre gialla se si proviene da zone infette.Sono presenti in forma endemica, come in tutti i Paesi tropicali: il colera, la malaria, il tifo, l'ameba, il dengue, la tubercolosi, la meningite, l'epatite di tipo A, B e C, la tenia, la rabbia, la leptospirosi, le manifestazioni diarroiche, il dengue emorragico e la congiuntivite batterica ed emorragica. L'assistenza sanitaria pubblica è mediocre, quella privata di buon livello. Gli oneri sanitari e le spese ospedaliere sono molto elevate. Le farmacie locali sono provviste, in linea di massima, di farmaci essenziali. Avvertenze
Durante la permanenza nel Paese si consiglia di:
- adottare le massime precauzioni igieniche;
- non fare uso di acqua corrente poiché inquinata e di ricordare che anche l'acqua in bottiglia prodotta in loco è solo parzialmente filtrata;
- prestare la massima attenzione nella scelta e nel consumo dei cibi, evitando quelli venduti per strada.Si consiglia per una maggior sicurezza, prima di organizzare il viaggio, di consultare sempre le informazioni aggiornate e più dettagliate sul sito: http://www.viaggiaresicuri.it/?el_salvador
obbligatorie : nessuna La maggior parte delle strutture sanitarie, tra l'altro, insufficienti e quasi inesistenti nelle zone turistiche, non offrono condizioni ottimali sia dal punto di vista igienico che dal punto di vista professionale. Per patologie che richiedono interventi chirurgici si consiglia di rivolgersi all'estero. La maggior parte delle malattie sono di tipo degenerativo e non di origine infettiva. Diffuse quelle di origine sessuale (soprattutto AIDS) e quelle allergiche che colpiscono in particolar modo gli occhi. Presenti in forma endemica la malaria e il dengue propagati dalle zanzare, soprattutto durante la stagione delle piogge a causa della mancanza totale di scoli e drenaggi. Avvertenze:
Ai connazionali che dovessero recarsi nel Paese si consiglia di prestare particolare attenzione soprattutto all'alba e al tramonto adottando adeguate misure di precauzioni quali indossare vestiario che copra le braccia e le gambe, dormire in locali forniti di zanzariere o di aria condizionata fare uso di repellenti per insetti, ecc..
Si consiglia per una maggior sicurezza, prima di organizzare il viaggio, di consultare sempre le informazioni aggiornate e più dettagliate sul sito: http://www.viaggiaresicuri.it/?giamaica
obbligatorie: nessuna. Contro la febbre gialla se si proviene da zone infetteLe condizioni igieniche sono accettabili, le strutture sanitarie limitate.
Si consiglia, pertanto, di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un'assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l'eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese.
A Santa Lucia è presente il virus del DENGUE diffuso da una zanzara (Aedes Aegypti) che prolifera nelle zone umide e nelle acque stagnanti e può diffondersi con celerità soprattutto durante la stagione delle piogge. Il Dengue può manifestarsi nella sua forma classica ed in quella più pericolosa, di tipo emorragico. La prima presenta come sintomi stati febbrili anche elevati che possono essere facilmente confusi con una influenza, dolori di testa, dolori intraoculari e muscolari in genere, vomito, diarrea.
Il Dengue emorragico, che compromette la coaugulazione sanguigna e pone in serio pericolo la vita, può manifestarsi anche attraverso eruzioni cutanee.
Si raccomanda vivamente l'uso di idonei repellenti contro le zanzare.
Si registra un incremento del virus HIV. Si consiglia di:
· non bere acqua che non sia stata prima bollita, filtrata o depurata; bere esclusivamente acqua da bottiglie sigillate senza aggiunta di ghiaccio.
· mangiare solo cibi ben cotti, soprattutto se si tratta di carne suina,
· preferire la frutta che può essere sbucciata e le verdure bollite.Si consiglia per una maggior sicurezza, prima di organizzare il viaggio, di consultare sempre le informazioni aggiornate e più dettagliate sul sito: http://www.viaggiaresicuri.it/?grenada
obbligatorie: nessuna. Contro la febbre gialla se si proviene da zone infetteLa situazione sanitaria è una delle più precarie dell'America Latina. I maggiori problemi sono legati alla nutrizione, alla diffusione dell'AIDS, alla tubercolosi e alla malaria. L'assistenza medica adeguata è garantita solo nella capitale. In alcune zone residenziali sono presenti strutture sanitarie, per lo più private, con medici formati negli USA.
Tenuto conto della situazione sanitaria complessivamente poco affidabile, si consiglia, in caso di malattie gravi o di interventi che richiedano particolare attenzione, di recarsi in cliniche specializzate in USA (Houston, New Orleans, Miami).
In alcune aree del Guatemala sono diffuse, la malaria, il dengue, la congiuntivite, la polmonite e parassitosi varie.
Le zone con maggior rischio di malaria sono il nord del Paese e soprattutto Petèn, Ixcan, Quichè, Hehuetenango, Alta Verapaz, Esquintla.
AVVERTENZE: Si consiglia, previo parere medico, il vaccino contro l'epatite A e B e la profilassi antimalarica per chi si reca nella zona a nord del Paese.
Durante la permanenza si consiglia di:
- bere solo acqua in bottiglia senza l'aggiunta di ghiaccio (l'acqua corrente non è potabile);
- evitare cibi crudi,
- lavare accuratamente verdure e frutta usando prodotti disinfettanti (amuchina, ecc.);
- portare con sé una scorta di medicinali comuni sufficienti al proprio fabbisogno;
- evitare acquisti di alimenti che non siano opportunamente confezionati.
Il dengue interessa tutto il Centro America e può essere anche di tipo emorragico con conseguenze letali se non trattato tempestivamente. Pertanto in caso di febbre si consiglia di consultare un medico prima di assumere aspirina o suoi derivati (controindicati nella suddetta patologia).
Alcune misure preventive vanno adottare per il dengue e la malaria quali: alloggiare in locali protetti da zanzariere; evitare il formarsi di acque stagnanti (dove proliferano le zanzare, la cui puntura è il vettore di tali malattie); indossare abbigliamenti che coprano braccia e gambe.
Si consiglia per una maggior sicurezza, prima di organizzare il viaggio, di consultare sempre le informazioni aggiornate e più dettagliate sul sito: http://www.viaggiaresicuri.it/?guatemala
obbligatorie: nessuna. Contro la febbre gialla se si proviene da zone infette. FACOLTATIVE : trattamento antimalarico Le strutture pubbliche sono estremamente carenti anche dal punto di vista igienico, e le cliniche private molto costose. Le urgenze sono trattate a Miami, dove però si richiede un'assicurazione sanitaria con massimali importanti per essere accettati. Sono presenti malattie endemiche e in particolare la malaria.
Il reperimento in loco di medicinali è relativamente scarso. Si consiglia pertanto, di portare con sé i farmaci necessari per eventuali specifiche patologie, nonché i prodotti repellenti contro zanzare e altri insetti.
Avvertenze: si consiglia di bere solo acqua in bottiglia, ai frutti di mare, verdure e a tutti i prodotti refrigerati
Si consiglia per una maggior sicurezza, prima di organizzare il viaggio, di consultare sempre le informazioni aggiornate e più dettagliate sul sito: http://www.viaggiaresicuri.it/?haiti
obbligatorie: nessuna. Contro la febbre gialla se si proviene da zone infetteLe condizioni sanitarie sono migliori nelle zone residenziali della capitale ed in quelle dei principali centri urbani, dove soprattutto nelle strutture private, esistono medici con formazione negli USA ed in Europa.
Il Paese è il secondo di tutta l'America latina (Brasile in testa) per l'incidenza dei casi di AIDS. Sono diffuse, in alcune aree del Paese, malaria, dengue emorragico, congiuntivite e varie parassitosi (cisticercosi, amebiasi, ecc.).
La minaccia di possibili epidemie è sempre presente in tutto il territorio.
La zona con maggior rischio di malaria e quella della "Mosquitia", regione umida e paludosa situata nel Nord-Est del Paese.
La distribuzione dell'acqua è soggetta a razionamenti, soprattutto durante la stagione secca e ciò fa aumentare il rischio di contagi.
Avvertenze , Si consiglia di:
- far bollire l'acqua per evitare rischio d'infezioni gastro-intestinali;
- non consumare cibi crudi;
- lavare con accuratezza e disinfettare verdura e frutta;
- bere soltanto acqua e bevande in bottiglia, senza l'aggiunta di ghiaccio.
- vaccinarsi, previo parere medico, contro l'epatite A e B
- seguire la profilassi antimalarica, previo parere medico, se ci si reca nella zona della "Mosquitia".
Si consiglia per una maggior sicurezza, prima di organizzare il viaggio, di consultare sempre le informazioni aggiornate e più dettagliate sul sito: http://www.viaggiaresicuri.it/?honduras
obbligatorie: nessuna. Contro la febbre gialla se si proviene da zone infette. .
Le strutture sanitarie sono alquanto carenti, escluso il modernissimo ospedale “l'Hospital Metropolitano” inaugurato a Maggio 2004, dotato di tecnologie avanzate e di personale sanitario di eccellente livello. Sono tuttavia disponibili sul mercato le principali tipologie di medicinali. Presso la Sezione Consolare dell'Ambasciata è disponibile una lista di medici di fiducia per ogni specializzazione.
Periodicamente si sviluppano epidemie di dengue e dengue emorragico, specie nelle zone paludose interne e lungo le coste. In caso di stato febbrile, si raccomanda di non assumere aspirina o prodotti derivati (controindicati in caso di dengue) senza aver prima consultato un medico o l'ospedale al riguardo.In alcune zone interne del Paese sono presenti malattie endemiche come colera, malaria, dissenteria, congiuntivite, meningite, ecc.. Si consigliano, previo parere medico, le vaccinazioni contro colera, epatite A e B, e la profilassi antimalarica.Suggerimenti specifici circa difficoltà per rimpatri d’emergenza:
non esiste alcun volo diretto che colleghi il Nicaragua con l’Italia; la Compagnia di bandiera ALITALIA assicura i voli dall’Italia fino a Miami (proseguimento per Managua con TACA). I collegamenti con l’Europa sono tuttavia assicurati giornalmente da, AIR FRANCE, AMERICAN AIRLINES E CONTINENTAL, sempre via Miami e da IBERIA via Costa Rica. Con le prime 3 Compagnie è possibile raggiungere il Nicaragua anche via Houston. Via terra sono agevolmente raggiungibili i Paesi confinanti (Costa Rica e Honduras).
Avvertenze: Durante la permanenza nel Paese si consiglia di:
· avere particolare cura per l'igiene personale
· sterilizzare l’acqua, la frutta e le verdure
· bere l'acqua minerale in bottiglia
· adottare le precauzioni del caso contro le punture di insetti (zanzariere, prodotti repellenti)
· scegliere con una certa accuratezza i luoghi di ristoro. Vi sono a Managua ottimi ristoranti italiani, spagnoli, francesi ed internazionali, anche presso i principali alberghi.Si consiglia per una maggior sicurezza, prima di organizzare il viaggio, di consultare sempre le informazioni aggiornate e più dettagliate sul sito: http://www.viaggiaresicuri.it/?nicaragua
obbligatorie: nessuna. Contro la febbre gialla se si proviene da zone infette. L'assistenza sanitaria è generalmente buona nelle strutture private della città di Panama, dove ci sono alcuni ospedali e cliniche di livello analogo a quello europeo. Per eventuali informazioni in merito rivolgersi all’Ambasciata d’Italia in loco. In provincia i servizi medici sono a volte limitati. La reperibilità dei medicinali è buona e non presenta problemi. Medici e ospedali esigono l'immediato pagamento dei servizi erogati.
L'acqua del rubinetto è potabile a Panama e nei principali centri urbani. Non sono necessarie particolari precauzioni in materia di alimenti. Nei supermercati sono disponibili quasi tutti i prodotti di prima necessità, compresi quelli italiani più diffusi (pasta, pomodori pelati, olio d'oliva, ecc.). Nei ristoranti della capitale il livello igienico è buono; si consiglia di evitare i chioschi lungo le strade, date le precarie condizioni igieniche.
La malaria e il dengue, entrambi trasmessi dalle zanzare, sono endemici a Panama, ma i casi sono in genere limitati e circoscritti a zone lontane dai percorsi turistici. Si consiglia pertanto di adottare, durante la permanenza nel Paese, misure preventive contro le punture di zanzara.Si consiglia per una maggior sicurezza, prima di organizzare il viaggio, di consultare sempre le informazioni aggiornate e più dettagliate sul sito: http://www.viaggiaresicuri.it/?panama
obbligatorie: nessuna. Contro la febbre gialla se si proviene da zone infette
Le strutture sanitarie pubbliche, anche se gratuite, sono da evitare a causa delle notevoli carenze igieniche e sanitarie. Le cliniche private offrono un grado di affidabilità che varia a seconda del livello delle cliniche stesse. I costi sono altissimi, paragonabili a quelli delle cliniche statunitensi. Sono reperibili le medicine più comuni.
Il dengue è presente in forma endemica in Repubblica Dominicana. Secondo dati ufficiali le città maggiormente interessate sono Santo Domingo e Santiago, nonché alcune regioni quali San Francisco de Macoris, Higuey e Barahona. Il fenomeno è purtroppo in costante aumento.
Si consiglia di:
- adottare le normali precauzioni igieniche d’uso in questi climi, dove l’acqua non è potabile e le verdure crude non sempre vengono disinfettate prima di essere servite;
- prestare particolare attenzione allo stato di conservazione dei cibi;
- dotarsi alla partenza delle medicine necessarie per specifiche patologie
- munirsi di prodotti repellenti contro zanzare e altri insetti.
Si consiglia per una maggior sicurezza, prima di organizzare il viaggio, di consultare sempre le informazioni aggiornate e più dettagliate sul sito: http://www.viaggiaresicuri.it/?dominicana
obbligatorie: nessuna. Esistono quattro ospedali (tre a St Kitts ed uno a Nevis) e numerose cliniche private.
Il livello qualitativo delle strutture sanitarie è comunque buono.
Si consiglia per una maggior sicurezza, prima di organizzare il viaggio, di consultare sempre le informazioni aggiornate e più dettagliate sul sito: http://www.viaggiaresicuri.it/?saintkittsandnevi
obbligatorie: nessuna. Le condizioni igieniche sono accettabili mentre le strutture sanitarie sono limitate.
Nel caso di un trasferimento in Martinica (DOM francese) per ricevere assistenza sanitaria è utile essere in possesso della tessera sanitaria europea per ricevere l’assistenza primaria in situazioni d’emergenza. Per ulteriori informazioni rivolgersi alla propria Asl prima della partenza.
A Santa Lucia è presente il virus del DENGUE diffuso da una zanzara (Aedes Aegypti) che prolifera nelle zone umide e nelle acque stagnanti e può diffondersi con celerità soprattutto durante la stagione delle piogge. Il Dengue può manifestarsi nella sua forma classica ed in quella più pericolosa, di tipo emorragico. La prima presenta come sintomi stati febbrili anche elevati che possono essere facilmente confusi con una influenza, dolori di testa, dolori intraoculari e muscolari in genere, vomito, diarrea.
Il Dengue emorragico, che compromette la coaugulazione sanguigna e pone in serio pericolo la vita, può manifestarsi anche attraverso eruzioni cutanee.
E' pertanto vivamente raccomandato l'uso di idonei repellenti antizanzare.
Si registra un incremento di contagi da virus HIV.
Avvertenze: Si consiglia di:
- non bere acqua che non sia stata prima bollita, filtrata o depurata; bere esclusivamente acqua da bottiglie sigillate senza aggiunta di ghiaccio.
- mangiare solo cibi ben cotti, soprattutto se si tratta di carne suina,
- preferire la frutta che può essere sbucciata e le verdure bollite
- effettuare, previo parere medico, i seguenti vaccini: febbre gialla, epatite A. Per ulteriori informazioni rivolgersi alla propria Asl prima della partenza.
Si consiglia per una maggior sicurezza, prima di organizzare il viaggio, di consultare sempre le informazioni aggiornate e più dettagliate sul sito: http://www.viaggiaresicuri.it/?saint_lucia
obbligatorie: nessuna. Contro la febbre gialla se si proviene da zone infette

La qualità delle strutture ospedaliere, sia pubbliche che private, risulta piuttosto mediocre.
Si registra un tendenziale aumento della diffusione dell'HIV (AIDS).
Si consiglia di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un’ assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese.
Avvertenze: Si consiglia :
· di non bere acqua che non sia stata prima bollita, filtrata o depurata; bere esclusivamente acqua da bottiglie sigillate senza aggiunta di ghiaccio.
· di mangiare solo cibi ben cotti
· previo parere medico, le vaccinazioni contro l’epatite A, tifo, febbre gialla.
· l’uso di repellenti contro le zanzare, di adeguati protettori solari adatti all'irradiazione dei tropici e di farmaci per disturbi intestinali.
Si consiglia per una maggior sicurezza, prima di organizzare il viaggio, di consultare sempre le informazioni aggiornate e più dettagliate sul sito: http://www.viaggiaresicuri.it/?vincent_grenadines
obbligatorie: nessuna
La situazione sanitaria è discreta
Si consiglia per una maggior sicurezza, prima di organizzare il viaggio, di consultare sempre le informazioni aggiornate e più dettagliate sul sito: http://www.viaggiaresicuri.it/?turks_e_caicos

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento